La maggior parte delle persone alla sola idea di parlare davanti a un pubblico è colta da sensazioni di ansia, paura e disagio. Eppure le occasioni in cui siamo costretti a farlo sono tantissime: un’assemblea condominiale, il consiglio di classe dei propri figli, un gruppo durante un viaggio, una riunione aziendale, la partecipazione a una conferenza, un’ associazione di cui facciamo parte. Parlare davanti a più di due persone è una cosa che abitualmente facciamo, senza a volte rendercene conto.  

Se lo impariamo a fare in maniera efficace riusciamo anche a divertirci e a centrare l’obiettivo che vogliamo raggiungere. Persuadere, far passare la nostra idea perchè riteniamo possa portare benefici a tutti, trasmettere con serenità ciò che pensiamo su un argomento? Qualsiasi sia la tua meta è possibile raggiungerla conoscendo e applicando le tecniche e le abilità retoriche.  

 


PROGRAMMA

IL PUBBLICO 

La relazione migliore in base al tipo di audience

Raccolta di informazioni utili
Il coinvolgimento delle persone
Gestione di domande difficili e aggressività verbali
Le opinioni contrarie e le critiche
Aspetto emotivo del pubblico
L’uso dell’umorismo per favorire l’empatia

  

GLI STRUMENTI

Il mezzo adatto a ogni tipo presentazione
Costruzione di slides efficaci
Alternanza di modalità visive, uditive e sensoriali
La voce giusta per far vibrare le parole
Calibrazione di tono, ritmo e volume
Scelta di posizione e durata delle pause

La respirazione corretta a favore del discorso

 


LO SPEAKER

Posture che comunicano sicurezza
Tecniche di centratura in fase di preparazione
La gestione delle emozioni durante l’esposizione
Credibilità nell’interazione con il pubblico
Lo stress a proprio vantaggio
Conciliazione linguaggi verbale, paraverbale e non verbale
Lo stile personale come punto di forza

 

IL MESSAGGIO 

Inizio, svolgimento e conclusione del discorso
Gestione ottimale del tempo
Tecniche di memorizzazione
Scelta e organizzazione di contenuti
La personalizzazione dei messaggi
Il linguaggio che va a segno
“Elevator pitch” vincente



A COSA SERVE SAPER PARLARE IN PUBBLICO?